logo-toolbar Dott.ssa Eloisa Alessandra Luini - Notaio in Piacenza

Come si divide l'Eredità?

testamento-835La divisione dell'eredità è un argometo piuttosto complesso e articolato. Di seguito riportiamo i casi più frequenti.

    – Se lo scomparso ha come erede il solo coniuge, mancando figli, a questi deve necessariamente riservare 1/2 dell’intera eredità.
    – Se con il coniuge concorrono gli ascendenti legittimi (i genitori), a questi spetta 1/4 e al coniuge 1/2.
    – Se lo scomparso, mancando il coniuge, ha come erede un solo figlio, a questi deve necessariamente riservare 1/2 dell’intera eredità.
    – Se lo scomparso, mancando il coniuge, ha come eredi due o più figli, a questi deve necessariamente riservare 2/3 dell’intera eredità da dividere in parti uguali.
    – Se lo scomparso ha come eredi il coniuge e un solo figlio, deve necessariamente riservare dell’intera eredità 1/3 al coniuge e 1/3 al figlio.
    – Se lo scomparso ha come eredi il coniuge e due o più figli, deve necessariamente riservare dell’intera eredità 1/4 al coniuge ed 1/2 ai figli da dividere in parti uguali.

L’Ecobonus cambia - scopriamo tutte le novità 2018

 ecobonus-ristrutturazioni

Nella Manovra 2018, il Bonus ristrutturazioni resta uguale. L’Ecobonus invece cambia in parte. 

La detrazione fiscale del 65% può migliorare molto nel rapporto tra costi e benefici: alcuni interventi hanno preso molte risorse ma portato a risultati scarsi dal punto di vista dell’efficientamento energetico. Questi interventi potranno essere detratti a una percentuale inferiore.

Verranno inoltre aggiornati i requisiti tecnici minimi che gli interventi di efficientamento devono avere per poter ottenere il bonus.

Altra novità importante, il fondo di garanzia per permettere alle famiglie a basso reddito di accedere ai bonus.